UNA SVIZZERA APERTA – Programma politico del POP-PSDL

[cmsms_row data_width=”boxed” data_padding_left=”3″ data_padding_right=”3″ data_color=”default” data_bg_color=”#ffffff” data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_color_overlay=”#000000″ data_overlay_opacity=”50″ data_padding_top=”0″ data_padding_bottom=”50″][cmsms_column data_width=”1/1″][cmsms_text animation_delay=”0″]

Il razzismo contribuisce al mantenimento del sistema capitalista. Gli stranieri sono il capro espiatorio affinché non si affrontino i veri problemi di classe.

Concretamente rivendichiamo:

  • il passaporto svizzero per tutte le persone nate in Svizzera;
  • la legalizzazione dei sans-papiers, poiché nessun essere umano è illegale;
  • il perseguimento penale di ogni comportamento razzista;
  • una legislazione sugli stranieri e sull’asilo basata sulla solidarietà e sull’umanità;
  • l’uscita della Svizzera dagli accordi di Schengen e Dublino;
  • una Svizzera aperta per i profughi;
  • un servizio di informazioni e sanitario per i profughi;
  • il libero transito per tutte le persone;
  • il diritto al lavoro per ogni persona che soggiorna in Svizzera, con lo stesso salario per lo stesso lavoro;
  • il riconoscimento dello statuto di profugo per tutte le persone incarcerate per il loro orientamento sessuale o la loro identità sessuale;
  • fermare la detenzione amministrativa dei minori;
  • la legalizzazione dei viaggi per i rifugiati nei loro paesi d’origine

E non ci fermeremo… prima che, in una società socialista, razzismo e xenofobia saranno solo brutti ricordi del passato.

[/cmsms_text][/cmsms_column][/cmsms_row]