Sostegno con lo sciopero dei dipendenti di Divoora!

Il Partito Operaio e Popolare appoggia pienamente la lotta dei lavoratori e le lavoratrici di Divoora. Il settore della logistica e del food delivery è tra quelli che offre le condizioni di lavoro peggiori, il risultato logico è che chi vi lavora si organizza e lotta. 

Quest’anno abbiamo visto gli scioperi di Smood, le azioni di protesta alla DPD e ora tocca a Divoora confrontarsi con il fatto che senza lavoratori un’azienda non funziona. Da tre sere hanno infatti dovuto ammettere sul sito nel quale si effettuano gli ordini che il servizio non è disponibile. 

Sebbene l’azienda abbia messo sotto contratto a ore e su chiamata oltre un centinaio di driver sono bastate alcune decine di lavoratori determinati che, rifiutandosi di accettare gli ordini, hanno mandato in tilt il sistema Divoora. L’azienda che durante la pandemia ha ricevuto gli onori per l’innovazione quale start-up all’avanguardia nella digitalizzazione si è dimostrata molto più fragile di quanto propagandato un anno fa. 

Negli ultimi anni molti “esperti” si sono esposti nel vantare i vantaggi dell’industria 4.0, alimentando le false credenze che la digitalizzazione avrebbe ridotto i posti di lavoro. È invece ancora un volta dimostrato che senza chi lavora non c’è produzione e lo ha ben scoperto la direzione aziendale di Divoora. 

Il Partito Operaio e Popolare offre ai driver in lotta la massima solidarietà e invita a continuare la lotta fino al raggiungimento di condizioni di lavoro dignitose e soprattutto almeno rispettose del quadro legale vigente, ad oggi chiaramente non rispettato.