Tassa anti-coronavirus

Petizione – Tassare i milionari per salvare i lavoratori e le lavoratrici, le famiglie e le piccole imprese!

Tassa di solidarietà anti-coronavirus

Condividi con i tuoi amici:

   

Il nostro paese, come il resto del mondo, deve far fronte al COVID-19 e ad inizio aprile siamo uno dei paesi del mondo che conta più contagi per abitante. C’è un’urgenza economica e sociale con migliaia di lavoratori e lavoratrici che sono già stati licenziati nelle prime settimane di crisi sanitaria.
Centinaia di migliaia di lavoratori e lavoratrici, piccole aziende, lavoratori e lavoratrici indipendenti, piccoli produttori agricoli rischiano di perdere il loro reddito a causa di licenziamenti e fallimenti, per cui molte famiglie sono a rischio precarietà.
Un’azione rapida è necessaria. Proponiamo il prelievo di una “Tassa di solidarietà anti-coronavirus” sui milionari.

Concretamente chiediamo :

– Un prelievo unico di 2 % sulle fortune e i patrimoni di un valore di 3 milioni di franchi svizzeri e più (secondi i dati fiscali 2019). Questo permetterà di raccogliere 17,5 miliardi di franchi. Il patrimonio è definito come la somma totale dei beni immobili, degli investimenti finanziari come pure dei beni di valore quali yachts, gioielli, opere d’arte, etc.

– La « tassa di solidarietà anti-coronavirus » sarà depositata in un fondo utilizzato per sostenere i lavoratori e le lavoratrici, le famiglie e le piccole aziende in difficoltà finanziaria.

– I soldi versati dal fondo sono da considerarsi un contributo specifico di sostegno e non come un prestito e non dovranno quindi essere rimborsati.

Le difficoltà a cui siamo confrontati sono strettamente legate alla politica economica liberale del nostro governo. La massiccia riduzione del tasso d’imposizione sugli utile delle aziende, la privatizzazione del sistema sanitario e i tagli nel sociale hanno indebolito considerevolmente la nostra capacità ad affrontare delle crisi di questa dimensione.

Il governo ha l’intenzione di far pagare la crisi alla popolazione accumulando debito pubblico. Al contrario il PSdL-POP considera che coloro che hanno ampiamente beneficiato delle politiche liberali fino a oggi devono passare alla cassa. Sono loro che devono contribuire al bene comune e sostenere il rilancio dell’economia. Ecco perché chiediamo l’applicazione della « tassa di solidarietà anti-coronavirus ».

Fonte dei dati :
Rapporto Statistiche della fortuna di persone fisiche per l’insieme della Svizzera. Amministrazione
federale delle contribuzioni, Confederazione Svizzera, 2016